BigliettiChampions.com non vende biglietti. Confrontiamo le offerte dei siti di secondary ticketing. I prezzi mostrati potrebbero essere al di sopra del face value.
Biglietti Champions: biglietti e notizie delle squadre italiane in Champions League

GALA’ DEL CALCIO 2012: VINCE ANDREA PIRLO.

Juventus, squadra che ha ricevuto più premi.

GALA’ DEL CALCIO 2012: VINCE ANDREA PIRLO.

Si è svolta ieri sera, al Teatro Dal Verme di Milano, la premiazione degli Oscar del Calcio, condotta da Michele Criscitiello ed Alessia Ventura, andata in onda sul canale tematico di Sportitalia. Tanti i campioni presenti ed altrettanti i premi assegnati. Andiamo con ordine.

La premiazione inizia subito dalla “Top 11”, per il quale si è scelto come modulo il 4-3-3. Il primo ad essere premiato è il portiere della Juventus Gigi Buffon, che oggi compie 35 anni. Il numero uno bianconero, nel ritirare il premio, dice che questo è qualcosa legato alla scorsa stagione, ora invece bisogna pensare a questa stagione per confermare quanto di buono è accaduto la scorsa stagione. Gli obiettivi dei bianconeri sono quelli di confermarsi in Italia e magari di pensare anche all’Europa.

I quattro difensori premiati sono stati: Thiago Silva, Federico Balzaretti, Andrea Barzagli e Christian Maggio. Il brasiliano ha ringraziato tutti per il premio ed ha detto che continua a seguire il calcio italiano perché è bellissimo. Il centrale juventino, oltre a ringraziare per il premio, ha parlato dello Scudetto dicendo che la corsa è ancora lunga. Balzaretti, ora alla Roma, si dice orgoglioso di essere parte integrante di quella società e si prefigge di chiudere la carriera in giallorosso. Infine Maggio, che non era presente a causa dell’infortunio alla mano occorsogli sabato.

Per il centrocampo i premiati sono Antonio Nocerino, Claudio Marchisio e Andrea Pirlo. Nocerino, nel ritirare il premio, parla della presunta voce di uno scambio di casacche tra lui e Dzemaili del Napoli dicendo che lui sta bene al Milan, ma se la società lo metterà sul mercato si vedrà. Per il momento lui vorrebbe restare rossonero, poi a fine stagione si faranno le opportune valutazioni. Pirlo, invece, ha spiegato il perché dell’addio al Milan, dicendo che cercava altre emozioni e le ha trovate in bianconero. Marchisio era invece assente perché in stato febbrile.

L’attacco invece è stratosferico: Zlatan Ibrahimovic, Antonio Di Natale ed Edison Cavani. Lo svedese non era presente perché impegnato in campo, ma la premiazione è stata fatta prima ed ha ringraziato il Milan per questo premio. Cavani, sul palco per il secondo anno consecutivo, ha ribadito il suo amore per Napoli città e sicuramente per la squadra. Infine Di Natale, il quale ha dichiarato di avere come obiettivo quello di arrivare ai 200 gol in Serie A.

Il miglior allenatore di questa squadra non poteva che essere Antonio Conte, tecnico della Juventus Campione d’Italia, il quale ha detto che questo premio è merito dei suoi ragazzi per quello che hanno fatto sul campo. Per quanto riguarda il campionato parla delle insidie Napoli e Lazio, ma ribadendo che loro sono i favoriti. Sulla polemica di sabato sera, il tecnico leccese dice che anche il pareggio è una mezza sconfitta. Sugli arbitri italiani dice che sono i migliori del mondo e che l’errore può esserci l’importante è che si faccia con la massima serietà.

I premi non finiscono qui: il premio fedeltà va a Javier Zanetti, che ovviamente non lo ha potuto ritirare perché impegnato nel posticipo serale contro il Torino. Il premio alla carriera degli ultimi dieci anni va a Filippo Inzaghi, il quale, nel ritiralo, ammette di non avere rimpianti ma solo gioie, e che quando si viene premiati per la carriera vuol dire che si chiude una pagina. Sul quale sia l’attaccante più forte in Italia, Pippo indica Cavani, senza dimenticarsi Di Natale che segna sempre ed El Shaarawy, del quale dice di essere un ragazzo serio che si allena bene. Come giocatori rivelazione della serie A vengono premiati proprio il Faraone, il quale dice che questo premio rappresenta un traguardo. L’altra rivelazione è Luis Muriel, che si dice contento del paragone con Ronaldo e ringrazia la sua società, l’Udinese a cui deve tutto. La migliore società è stata la Juventus, ed a ritirare il premio c’era il presidente bianconero Andrea Agnelli, il quale ha ringraziato i giocatori ed ha citato anche Marotta e Mazzia per il lavoro svolto. Il suo obiettivo è quello di portare avanti la storia di un grande club, cercando di creare qualcosa di importante. Il premio più importante, quello del Gran Galà AIC 2012 viene vinto da Andrea Pirlo.

C’è gloria anche per la Serie B, dove vengono premiati i giocatori rivelazione, che non possono essere altro che i tre ex giocatori del Pescara dell’allora allenatore Zdenek Zeman: Marco Verratti, Ciro Immobile e Lorenzo Insigne.

Miglior arbitro della scorsa stagione è stato Nicola Rizzoli. L’arbitro viene subito stuzzicato sul rigore di Juventus – Genoa, ed il fischietto risponde che c’è differenza nel vedere un’azione al rallenty ed un’altra in tempo reale: il tutto avviene in pochi secondi. Nicchi aggiunge anche che gli arbitri lavorano duramente e seriamente e non meritano queste critiche.

Alla serata sono intervenuti anche il Presidente ed il Vice Presidente Federale. Giancarlo Abete ha ribadito che questo sarà il suo ultimo mandato da presidente della FIGC perché ritiene giusto dare spazio ai giovani: il suo obiettivo di questo mandato è quello di recuperare quei valori che si sono persi in questi anni per i vari scandali che si sono susseguiti. Su Baggio si limita a dire che è un patrimonio del nostro calcio, ma che l’aspetto dirigenziale è un’altra cosa. Il vice presidente federale, Demetrio Albertini, afferma invece che bisogna decidere se essere un paese che manda i propri giovani all’estero oppure tornare ad essere il campionato più bello del mondo cosi come lo era negli anni ‘90.

Pubblicato il 28 Gennaio 2013 da Massimiliano di Cesare

Commenti a questa pagina

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gli ultimi aggiornamenti sulla Champions League

TOP 10 PARTITE CHAMPIONS

#PARTITADEL
1 Finale Champions League 2017-2018 26-05-2018
biglietti juventus
biglietti roma

La Champions League 2015-2016 promette, come ogni anno, partite affascinanti e dall'assoluto valore calcistico. Le squadre più forti d'Europa, tra cui Real Madrid, Barcellona e Bayern Monaco, si sfidano in quella che è considerata la manifestazione sportiva più importante del Vecchio Continente.

Le tre squadre italiane vogliono ben figurare per la gioia dei propri tifosi e per l'onore del calcio italiano: Juventus, Roma e Napoli sono pronti alla corsa che porta alla finale di Milano!

Su Bigliettichampions.com trovi tutte le informazioni per acquistare i biglietti delle partite di Champions League in Italia e all'estero.

Il sito consulta ogni 15 minuti le offerte presenti in rete per l'acquisto dei preziosi tagliandi e pubblica i link per acquistarli in tutta sicurezza.

Inoltre su Bigliettichampions.com puoi commentare le partite, informarti su come viaggiare in trasferta, fare amicizia con altri tifosi italiani e stranieri.

Leggi il nostro Disclaimer sui contenuti

biglietti champions
biglietti champions
biglietti champions

 


Mappa del sito